Posted on

Castel Volturno – Ritrovarsi rifiuti di qualsiasi materiale sulle nostre strade è lo spettacolo tristissimo a cui assistiamo ogni giorno. Sporcizia ed immondizia sono elementi che tolgono al nostro territorio la bellezza paesaggistica di cui gode. Bisogna puntare sulla cultura del riciclo e del recupero, non sulla consuetudine dell’usa e getta”. Ad affermarlo è Antonio Luise, candidato alle elezione regionali campane del 20 e 21 settembre tra le fila della lista “Lega – Salvini Premier”, a sostegno dell’aspirante governatore Stefano Caldoro. 

Un problema che è direttamente collegato al funzionamento del sistema della raccolta differenziata: “La difficoltà principale è da ravvisare nella mancata conoscenza dei cittadini dell’importanza di tale processo – afferma il castellano -. La sensazione è che gran parte della popolazione litoranea sia completamente ignara del ruolo fondamentale e dell’utilità che detiene la raccolta sia in termini economici sia rispetto alla tutela della salute e dell’ambiente. Vi è la falsa credenza secondo cui i rifiuti, una volta raccolti e differenziati, vengano poi inglobati tutti insieme. Per questi motivi, il sistema è percepito come una perdita di tempo ed una presa in giro. Regna, inoltre, una forte inciviltà: viene data importanza solo alla pulizia e all’ordine nelle proprie case.  L’errore sta proprio nel non considerare il territorio come una casa comune. Anche il monumento più bello, se circondato da spazzatura e sacchetti abbandonati, non riesce ad attrarre. L’incentivo potrebbe essere rappresentato dalla riduzione delle tasse sulla TARI. Chiaramente, tutto ciò che si risparmia attraverso una buona raccolta differenziata può essere investito in altri servizi utili alla comunità. Si pensi – riporta l’esempio Luise –  al servizio di trasporto scolastico. Questa prassi vincente è già utilizzata in molti paesi europei ed extra europei”.

La battaglia del titolare dell’omonima agenzia immobiliare (avente sedi in Castel Volturno – Loc. Baia verde, Pinetamare, Centro Storico – e Napoli) è ben salda alla Campania: “Nonostante le numerose promesse fatte ai cittadini campani, il presidente De Luca non ha ancora provveduto a rimuovere tonnellate di ecoballe esistenti, dimostrando assoluta incapacità nella gestione di un problema che, da anni, affligge la nostra terra. Un totale fallimento a cui si può rimediare soltanto attraverso una politica attiva e sensibile al tema della tutela dell’ambiente e della salute. Si può ripartire attraverso un proficuo stanziamento di fondi per dar vita ad un sistema di smaltimento rapido ed efficace”.

Il messaggio di Antonio Luise a chi si rende protagonista di comportamenti incivili è chiaro: “Dovete rispettare l’ambiente senza sé e senza ma. Dovete farlo non soltanto per restituire alla nostra terra la dignità e la bellezza che le spetta, ma anche per tutelare la salute di noi tutti e dei nostri figli. E’ un impegno morale che ciascuno di noi dovrebbe assumersi”.