Posted on

Campania – “Da avvocato e rappresentante delle Istituzioni sono indignato per il tentativo di certa sinistra di scaricare le responsabilità della gravissima vicenda del rider aggredito e rapinato nei giorni scorsi a Napoli sugli avvocati penalisti. Sono giunti a immaginare contiguità con la camorra da parte del mondo forense che, al contrario, negli anni ha offerto un enorme tributo, anche di sangue, al rispetto della legge e alla difesa dei propri valori deontologici e culturali.

È un atteggiamento indegno e pericoloso che, oltre a offendere un’intera categoria, ne sottolinea soltanto la straordinaria ignoranza costituzionale. Ricordo a costoro che i cittadini, dai rappresentanti istituzionali, si aspettano soluzioni e risposte non insulti, aggressioni e provocazioni”. Lo scrive in una nota Severino Nappi, consigliere regionale della Lega in Campania