Posted on

Napoli – L’energia positiva di due donne vulcaniche: Svetlana Nesterenko, Presidente dell’Associazione Culturale Aurora, e Rosa Praticò, Presidente dell’Aps Officina delle Idee, che con forza, tenacia e tanta passione, sono riuscite, malgrado le avversità dettate dal covid19, a realizzare il sogno di uno scambio culturale senza precedenti tra due terre, così lontane eppure così vicine.Un corpo organizzativo eccellente che vede come art director del festival per la parte italiana Pino Sondelli, 50 anni di esperienza cinematografica.

Con lui,Veronika Litvinova, Gallina Khvostikova, Oksana Cinquetti, e Natalia Vinkler. Fulcro dell’organizzazione russa: Tatiana Shumova, esponente emerita delle arti della Federazione Russa, Presidente del Centro Festival Cinematografici e Programmi Internazionali. Con lei, Irina Borisova e Anna Pushkova. Tatiana Shumova: sono orgogliosa che, nonostante i problemi vari, il festival Russia Napoli vulcano d’Arte, parta dalla bellissima Villa Domi di Napoli, in compagnia del nostro illustrissimo regista Karen Shakhnazarov e dei solisti del teatro Mariinskiy. Maria Bayankina (soprano) e Irina Shishkova (mezzosoprano) si sono esibite accompagnate dal maestro Anatoliy Kuznetzov. Karen Shaknazarov: sono lieto di ricevere questo bellissimo premio Sole di Napoli dalle mani dello Scultore italiano Lello Esposito e di aver partecipato al festival della cultura Russa in Napoli.

Questa è la terra di grandi come Bellini e Michelangelo. Sono molto emozionato. Aleksey Fadeev:Mi faccio portavoce del nostro ambasciatore della Federazione Russa, Sergei Razov e mi congratulo con l’organizzazione e per il premio il Sole di Napoli realizzato per il nostro regista Karen Shaknazarov. Un riconoscimento meritatissimo che conferma il suo contributo importante nel cinema mondiale.Il festival, per la prima volta in Campania, vuole essere il primo passo per l’ulteriore sviluppo della cooperazione culturale e di nuove, interessanti iniziative. Tante le esibizioni: Il Corpo Nazionale di ballo della Repubblica di Mari El si è esibito presso Villa Domi a Napoli, per gentile concessione del primo sostenitore del festival, Domenico Kontessa e nell’Istituto Iervolino di Santa Maria Capua Vetere. La cantante attrice Anna Capasso ha voluto salutare gli ospiti della comunità Russa intervenuti con delle canzoni della tradizione napoletana.Un concerto dei solisti del Teatro Mariinsky, Maria Bayankina (soprano) e Irina Shishkova (mezzosoprano) a Villa Domi e al Teatro Costanzo Mattiello di Pompei.Numerose anche le proiezioni di film di registi, sia famosi che più giovani.A Napoli presso il cinema Plaza nella giornata dedicata al regista Karen Shaknazarov, Anna Karenina. La storia di Vronski e Il Corriere. A Pompei: Rock di Ivan Shakhnazarovol. Sempre al Plaza La fine della stagione di Konstantin Khudyakov e il film d’animazione Belka e Strelka. Cani stellari di Inna Yevlannikova e Svyatoslav Ushakov.

E ancora, Sulla Luna di Yegor Konchalovsky, replicato presso la sede di economia e commercio di Capua alla presenza di Tatiana Shumova, responsabile della cultura Russa all’Estero, ospiti della direttrice di Dipartimento dott.Maria Antonia Ciocia e dei docenti Barbara Masiello, Diego Matricano, Daniela Mona e Alessia Mignozzi.Un interessante confronto con gli studenti che guardano all’impresa cinematografica internazionale, come volano culturale e economico. Un ringraziamento speciale va a Luca Branco che, pur non essendo più sindaco in carica a Capua, ha dato alla giornata un grande sostegno che ha reso possibile l’iniziativa. Una Capua che ha accolto l’organizzazione con calore, grazie anche agli imprenditori Daniela Venazza, Attilio Russo e Luigi Esposito. Per l’occasione, il noto scultore italiano Lello Esposito, autore di disegni e modelli di numerosi premi cinematografici e letterari, ha realizzato, Il Sole di Napoli, premio speciale del Festival, che è stato consegnato per la prima volta a Karen Shakhnazarov, illustre regista, direttore generale del gruppo cinematografico, Mosfilm, vincitore di premi nazionali in Russia, insignito dell’onorificenza, Artista del Popolo della Federazione Russa, per altissimi meriti nel campo dell’arte mondiale.

La cerimonia di premiazione è avvenuta a Villa Domi a Napoli, seguita poi da un concerto di gala con solisti del Teatro Mariinskiy di San Pietroburgo e dalla cena di gala. In futuro, come proposto dai partner italiani dell’evento, si prevede di intensificare il lavoro con i giovani cineasti: master class nel campo di diverse industrie creative, workshop e discussioni aperte, ed anche progetti-concorso tra scuole di cinema russe e italiane, con l’obiettivo di formare una comunità professionale e creativa per i giovani professionisti dell’industria cinematografica. Il festival ha visto ricevimenti istituzionali a Napoli, Pompei e Capua, con conseguente scambio dei doni in Regione Campania con la delegata alla Cultura, dott.ssa Patrizia Boldoni, Pompei con il Sindaco Carmine Lo Sapio e Capua con la dott.ssa Maria Antonia Ciocia.Nei giorni del festival ci sono stati incontri con la comunità russa in Italia, volti a rafforzare i contatti reciproci e a sviluppare i legami intergovernativi tra Russia e Italia.Col primo festival della cultura Russa in Napoli, parte un’altro progetto che vede un dolce tipico napoletano, la Sfogliatella, diventare un piccolo vulcano che contiene al suo interno, una crema tipica russa fatta con un’antica ricetta e dei pezzi di babà scomposti. L’ideatore del progetto un noto pasticcere napoletano, Antonio Ferrieri del brand Cuori di sfogliatella.

La serata conclusiva del Festival della cultura Russa in Napoli “Russia Napoli vulcano d’Arte ” si è tenuta in una cornice prestigiosa e raffinata qual è il monumentale edificio sede dell’Istituto Scolastico, Iervolino I Carissimi, del Prof. avv. Raffaele Iervolino. La serata di gala ha previsto una cena gourmet, preparata minuziosamente dai docenti chef dell’omonimo Istituto Alberghiero, è stata preceduta dalle eccellenti coreografie del corpo di ballo nazionale russo Mari El.L’ avv. Raffaele Iervolino, noto per la cura che riserva ai suoi Istituti Scolastici, ha messo a disposizione la prestigiosa struttura di Santa Maria Capua Vetere per allargare i confini mediante scambi interculturali e sociali tra i giovani studenti delle due comunità. Organizzatori del Festival: Ministero della Cultura della Federazione Russa, Centro Festival e Programmi Internazionali del Cinema, Associazione Culturale Italo-Russa “Aurora”, Con il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri della Federazione Russa, del Centro Russo per la Scienza e la Cultura di Roma, dei Comuni di Napoli, Pompei e Capua, dell’Ambasciata Russa nella Repubblica Italiana e dell’Ambasciata della Repubblica Italiana in Russia, la Regione Campania, dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, dell’Università degli Studi di Napoli l’Orientale, dell’ABAN Accademia di Belle Arti di Nola, del Conservatorio di Musica San Pietro a Maiella, del Consolato Onorario della Federazione Russa in Napoli, e con il sostegno di Mosfilm Cinema Concern, Tg e tgr Campania. 

L’organizzazione del primo festival della cultura Russa in Napoli, Russia Napoli vulcano d Arte, ringrazia gli sponsor: Officina delle idee, CNL e consorzio terre italiane di Stefano Luciano, cooperatori e esperti di gestione agroalimentare dal 1930:I prodotti della nostra terra come eccellenze enogastronomiche, hanno accompagnato tutti i momenti conviviali del festival. Riccardo De Santis, Panatronics srl. Distributore esclusivo per l’Italia di Red Digital Cinema. Antonelli Visalli, Presidente del gruppo Sport 7. Arch. Daniela Verazzo, ideatrice e brand manager di ARU Eyewear, marchio di occhialeria 100% Made in Italy, esempio di gusto, ricerca e progettualità. E ancora:Promotinter, Farmacia Sollo, Luciano fiore Couture, Falco antico Mulino, Transatlantico Coohesion Pharma,Gicar weeding & car rent,Unique Solution, Unique Credit,Gran caffè la Caffettiera, Antonio Riccardo Makeup artist, Nicola Acella makeup artist, Abbondanza del pane,  Pixel, Terre di Posillipo, Vini Sorrentino, Hosteria degli Artisti,Caffe del Professore, Alma distribuzione.