Posted on

San Giorgio a Cremano – Il sindaco in un post pubblicato su Facebook dichiara: “Cari concittadini, in questi giorni è in corso l’installazione delle telecamere di videosorveglianza davanti agli istituti scolastici del territorio.

18 telecamere di ultima generazione che riprenderanno le aree considerate sensibili, davanti alle scuole primarie, secondarie di primo grado e agli istituti superiori.

Questi occhi elettronici che sono collegati con la centrale operativa di videosorveglianza, presso il Comando di Polizia Municipale, rientrano nel progetto “Scuole Sicure” presentato lo scorso anno in Prefettura e finanziato dal Ministero dell’Interno con circa 28 mila euro.

Tra gli obiettivi del progetto vi è innanzitutto il contrasto allo spaccio di droga, fenomeno che a volte può avvenire davanti agli istituti scolastici, ma è chiaro che attraverso il potenziamento del sistema di videosorveglianza, puntiamo a creare una cintura di protezione della platea studentesca cittadina per prevenire e ostacolare possibili episodi di microcriminalità.

10 telecamere sono cosiddette “di contesto”, ovvero ad ottica fissa, ad altissima risoluzione per permettere una visione estremamente ampia dell’area di ripresa senza consentire ad un osservatore esterno di individuare l’area inquadrata. Queste vigileranno le aree esterne ai plessi delle primarie: altre 8 telecamere invece dispongono del “Sistema di rilevazione transiti e lettura targhe” e controlleranno invece le scuole medie e superiori.

Nel protocollo che porta la mia firma e quella del Prefetto di Napoli, Marco Valentini, è prevista anche una campagna educativa per il contrasto all’uso di sostanze stupefacenti, che sarà effettuata dai nostri agenti di polizia municipale, a partire dall’inizio del prossimo anno scolastico direttamente nelle scuole.

L’installazione delle nuove telecamere va di pari passo con l’implementazione dell’intero sistema di videosorveglianza già esistente. Da tempo infatti sono state ripristinate le telecamere già esistenti, danneggiate dal tempo e dell’usura, rendendole quindi nuovamente funzionanti. Manutenzione che sarà costante per garantire l’efficienza del sistema di controllo sul nostro territorio.

Abbiamo investito sulla sicurezza e continueremo a farlo per la tutela dei nostri concittadini e del nostro territorio.