Posted on

Campania – “Il nostro sceriffo-clown adesso la smetta con questo cabaret, torni ad essere serio e risponda anche sulla sanità. Si ‘chiude’ nella sua stanza per fare dirette facebook senza contraddittorio, ha paura delle domande dei giornalisti sui 7 milioni di euro per un centro Covid all’ospedale del mare rimasto vuoto? Oppure ha paura di quella verità che cerca sempre di nascondere con le sue battutine?”. 

Antonio Mazzacane, segretario provinciale di Napoli di Alleanza di Centro (AdC), in una nota inviata alla nostra redazione, non le manda a dire e critica aspramente l’operato del Governatore della Regione Campania, nel primo giorno di riapertura (quasi) totale di tutta l’Italia. Sì perché adesso “bisogna fare la conta dei danni di questo virus – dice Mazzacane – con ospedali che hanno vissuto il dramma della mancanza di ossigeno, posti letto e di ricoveri rifiutati così come delle lacune immense da parte della Regione dell’organizzazione pre e post Covid-19. Quando ripartiranno le visite ambulatoriali? Forse stiamo aspettando che la gente o muoia di virus, o muoia di fame oppure magari perda la vita a casa per un infarto o un ictus a causa della mancanza di controlli.

Tutto questo è assurdo. De Luca cerca sempre di fare il ‘professorino’ ma semplicemente perché ha troppe domande alle quali non sa dare risposte. E’ arrivato il momento della ‘prosa’, bisogna essere seri nel rispetto di chi ha perso la vita in questi mesi e per rispetto di coloro che stanno vivendo il peggior periodo della loro vita, anche a livello lavorativo. Caro presidente De Luca la smetta di fare il clown, faccia la persona seria e dia risposte a quelle persone che oggi si trovano in mille difficoltà e con centinaia di dubbi sul futuro”.