Posted on

Sant’Arpino – “In data 03.12.2020 il Sindaco dell’Aversana ha sottoscritto l’Ordinanza n.81 con la quale disponeva di “prorogare la sospensione di tutte le attività didattiche in presenza della Scuola dell’Infanzia e delle classi prime dell’Istituto Comprensivo Rocco/ Cinquegrana di Sant’Arpino fino al 7 Dicembre 2020, con l’obiettivo di monitorare l’andamento dei contagi sul territorio ed in particolare nell’ambito della platea scolastica”.

Premettendo che è compito fondamentale delle Istituzioni tutelare la salute pubblica e soprattutto quella dei bambini della nostra comunità, avvalendosi di dati certi e con un confronto diretto con l’Azienda Sanitaria Locale (Asl), appare davvero anomalo come la tutela sia rivolta ai soli alunni che frequentano l’istituto Statale citato, mentre per gli altri che frequentano le scuole paritarie è riservato diverso trattamento. Una misura che evidenzia una differenziazione immotivata e pericolosa, sia per la salute che per l’introduzione di una disuguaglianza tra i bambini dei diversi istituti. Non comprendiamo come il primo cittadino, che rappresenta la massima autorità cittadina, possa adottare due pesi e due misure per gli istituti pubblici e privati, rendendo, come se non bastasse, ancora più confusionaria una situazione che già preoccupa genitori ed insegnanti. Inoltre, ravvisiamo una totale mancanza di confronto non solo con l’Asl, ma anche con gli altri sindaci dell’Atellano, con una programmazione da parte di dell’Aversana che sembra del tutto avulsa dallo stato effettivo della situazione locale.”

Questo quanto dichiarato dai consiglieri comunali di opposizione: Iolanda Boerio, Imma Quattromani, Speranza Belardo, Domenico Iovinella, Maria Rosaria Di Santo e Rosaria Coppola