Posted on

Caserta – A farsi portavoce delle loro istanze, Gianmichele Castello di Fratelli d’Italia.

“La famosa (purtroppo in negativo) palestra di ginnastica artistica, opera pubblica finita ed abbandonata ai vandali dalle varie amministrazioni casertane, ha visto uno spiraglio di luce con l’arrivo dei fondi per la riqualificazione delle periferie (trattasi degli stessi fondi utilizzati per trasformare piazza Suppa in un inutile parcheggio.) 

Tale palestra, vandalizzata e ricettacolo di monnezza, versa attualmente in uno stato pietoso, tant’è che gli abitanti delle immediate vicinanze sono soliti avvistare insetti, serpenti e roditori di ogni genere e misura.”

Queste le parole di Gianmichele Castello, che continua:

“Quella palestra, terminata, mai inaugurata, per poi trovarsi ridotta come la vediamo, è l’emblema della cattiva gestione della città ed è il simbolo dello spreco di denaro pubblico, e la cosa più preoccupante è la recidività: quest’amministrazione, che non ha nemmeno interesse a praticare il normale scerbamento, che progetto ha per questo luogo? Ad oggi si sa solo che verrà ristrutturata, ma il tutto senza un progetto serio di sviluppo; di conseguenza vi sarà soltanto l’ennesimo sperpero di denaro pubblico.

Ad ogni modo, confidiamo almeno in un celere intervento di scerbamento prima che gli arbusti invadano le proprietà confinanti, insomma: un briciolo di normalità, ma forse in questa città, grazie a chi ci governa, è chiedere troppo.