Posted on

Villa Literno – Militari appartenenti alla Stazione Carabinieri Forestale di Castel Volturno, nell’ambito dei servizi finalizzati alla tutela e salvaguardia dell’ambiente, del territorio e della salute pubblica ed alla prevenzione dei roghi tossici, hanno accertato, in comune di Villa Literno (CE), lungo un tratto di via Santa Maria a Cubito, così come all’interno dell’adiacente canale di bonifica del Consorzio del Bacino Inferiore del Volturno, denominato “Cavone Amore”, un illecito ingente smaltimento di rifiuti speciali non pericolosi caratterizzati da circa n. 200 pneumatici fuori uso, n. 01 veicolo fuori uso completamente combusto e n. 01 cumulo di rifiuti di circa 6 mc, costituito da ingombranti, inerti edili, plastica etc. 

I predetti militari, dall’analisi visiva, hanno ravvisato, nelle modalità della violazione, pratiche illegali di sversamento, continue e ripetute nel corso del tempo, di rifiuti speciali non pericolosi che, per quantità o natura, riconducibili ad attività professionali e non, configurando anche il reato di “discarica abusiva”. 

La situazione ravvisata, oltre a determinare un notevole degrado dello stato dei luoghi, costituisce un inconveniente igienico-sanitario, fonte di inquinamento del suolo e sottosuolo ed un possibile pericolo per la pubblica incolumità in caso di combustione illecita degli stessi.

Pertanto, i predetti militari, al fine di evitare la libera disponibilità dell’area in questione, con reiterazione del medesimo reato o commissione di nuovi, ritenendosi assunte le violazioni di gestione illecita di rifiuti speciali e loro illecita combustione, hanno proceduto a porre in sequestro l’area interessata ed i rifiuti ivi smaltiti e/ocombusti, delimitandola con nastro bicolore e cartello ammonitore, affidando la custodia giudiziaria del sito al Comune di Villa Literno (CE).