Posted on

Campania – “Apprendo dai giornali con enorme stupore le ultime notizie riguardanti l’adozione di nuovi protocolli e linee guida per lo svolgimento delle cerimonie e per l’intero settore wedding e degli eventi. Un settore già fortemente penalizzato dalla pandemia, privo di adeguati sostegni economici, e che stenta dopo oltre un anno a ripartire.” così in una nota, Marianna Iorio, Portavoce alla Camera dei deputati del Movimento 5 stelle.

“Sulla limitazione del numero degli invitati, ad oggi ad un massimo di 30 persone, ritengo sia doveroso un cambio di passo. Con l’avvicinarsi della stagione estiva infatti molte sale ricevimenti potranno organizzarsi all’aperto sfruttando al massimo gli spazi esterni ovvero utilizzando al 50 % le sale interne, pertanto sarebbe opportuno consentire loro di organizzarsi in totale autonomia in base alle disponibilità di ciascuna struttura. – continua: “Il covid Manager non è indispensabile, meglio sottoporre tutti gli invitati ad un tampone almeno 24 ore prima della cerimonia.” E sull’obbligo del green pass, aggiunge: “la certificazione vaccinale ha validità a partire dal quindicesimo giorno successivo alla somministrazione della prima dose, pertanto non possiamo essere sicuri prima del completamento dell’intero ciclo vaccinale.”

“Pur comprendendo la necessità di rispettare il divieto di assembramento e le misure di distanziamento interpersonale, ritengo opportuno non dimenticare il valore spirituale, il significato e l’unicità di un momento tanto atteso quanto quello del matrimonio e auspico quindi in un immediato cambio di passo da parte del Governo e dei membri del CTS.” – conclude l’on. Iorio.