Posted on

Napoli – “Su Whirlpool il governo Pd-5S sta scrivendo un’altra pagina surreale. Non solo del famoso “piano b” che doveva salvare comunque lo stabilimento di via Argine si è persa traccia, ma la multinazionale americana ora pretende persino che sia l’Italia, ovvero noi contribuenti, a pagare la cig ai dipendenti fino al 31 marzo.

E i ministri stanno pure pensando di accontentarla! Tutto questo mentre i volumi produttivi per Whirlpool aumentano tanto che l’azienda è dovuta ricorrere a nuove assunzioni. Insomma sta trionfando la linea del M5s: quella della deindustrializzazione del Sud e del Paese. Invece di prendere in giro i lavoratori, questo governo piuttosto inizi a raddrizzare la schiena e pretenda da Whirlpool il rispetto degli impegni assunti”. Lo scrive in una nota Severino Nappi, consigliere regionale della Lega in Campania