Posted on

Politica- Applausi all’inizio e scrosciante battimani di 13 minuti alla fine. Si è conclusa così la prima di Sant’Ambrogio. Era cominciata con il tutti in piedi e numerosi evviva. Una lunga ovazione di ben 5 minuti accoglie il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, dando il la alla serata inaugurale della Stagione d’Opera al Teatro alla Scala, con il Boris Godunov di Modest Musorgskij nella sua prima versione (1869) e per la direzione, ed è la sua nona prima, del maestro Riccardo Chailly. Alla regia Kasper Holten mentre Ildar Abdrazakov è il protagonista (è stato davvero supremo, va detto fin da principio!).

Il presidente, con al fianco la figlia Laura dall’eleganza compostamente chic, è stato accolto dal sindaco di Milano, Giuseppe Sala, dal governatore lombardo Attilio Fontana e dal sovrintendente Dominique Meyer che ha commentato: “E’ un sollievo” l’annuncio di Regione Lombardia che, contrariamente a quanto detto a fine novembre, non taglierà il contributo alla Scala per l’anno in corso”.