Contrasto TV

                       
   

Aversa, Carratù su lavoratori APU: “La situazione è ben diversa da quanto prospettato”

Aversa – A seguito delle dichiarazioni rilasciate nei giorni scorsi da alcuni esponenti delle opposizioni, l’Amministrazione comunale interviene a smentire la ricostruzione presentata in relazione all’utilizzo dei lavoratori impiegati nel progetto APU.

Lo fa attraverso le precisazioni fornite dall’assessore alle Politiche Sociali Dino Carratù: “Ho verificato presso gli uffici competenti, che hanno chiarito la reale situazione, ben diversa da quanto prospettato”. Il Comune, secondo quanto appurato, ha regolarmente pagato gli APU che hanno lavorato presso l’ente per l’intero importo trasferito dalla Regione Campania, che è pari al 70% delle somme finanziate. Resta ancora da liquidare il 30% residuo che, però, richiede una più complessa ed articolata rendicontazione, trattandosi di fondi europei, per la quale è necessario trasmettere le quietanze di tutti i mandati di pagamento, sia relativi alle somme già erogate, sia relativi ai premi assicurativi ed INAIL versati. Si tratta di una grossa mole di atti sui quali gli uffici comunali stanno lavorando con solerzia per poter erogare, in breve tempo, il saldo finale. Peraltro, dai documenti in possesso degli uffici comunali, viene smentito anche il presunto sollecito che la Regione avrebbe inviato al Comune di Aversa per inadempienza: soltanto l’8 novembre scorso da via Santa Lucia è pervenuta una nota che richiede all’ente comunale di effettuare altri adempimenti aggiuntivi, oltre a quelli che erano già stati indicati in precedenza, e che gli uffici stanno predisponendo in tempi brevissimi.

Articoli correlati