Posted on

Carinaro – Il sindaco Nicola Affinito in una nota inviata alla nostra redazione dichiara: “Nella giornata di ieri, in seguito alla comunicazione relativa ai primi due positivi sul nostro territorio, si è scatenata sui social qualche comprensibile ma fondamentalmente insensata polemica.

Il caso è nato poiché eravamo da giorni in attesa del risultato di due tamponi effettuati e, dopo che nella tarda mattinata di ieri avevo informato di un primo negativo, in serata ho dato notizia di due casi positivi, uno dei quali su di un soggetto che aveva effettuato il tampone senza che il sottoscritto ne fosse a conoscenza.

Questa cosa, comprensibilemente, ha generato qualche ansia nella popolazione che in questo periodo vorrebbe essere informata minuto per minuto di ciò che accade, anche se dispiace dover rilevare che tra i tanti che in buona fede chiedevano chiarimenti ci fossero anche uno o due soggetti che sembravano alimentare le ansie in maniera del tutto strumentalmente.

La non perfetta congruenza dei dati, e nello specifico il tampone effettuato su di un carinarese senza che l’amministrazione ne fosse a conoscenza, non deve stupire più di tanto.

Infatti è fatto notorio che il sistema sanitario nazionale, che è quello che si occupa anche di comunicare i dati alle articolazioni locali, se non al collasso come al nord, al meridione è in profonda sofferenza e, pertanto, qualche piccolo errore può starci.
D’altronde è bene evidenziare che ciò può accadere per molteplici ragioni: a) sono stati moltiplicati i centri di analisi; b) le articolazioni sanitarie locali sono letteralmente bombardate da richieste e comunicazioni; c) i tamponi vengono effettuati anche a chi è stato a stretto contatto con un positivo residente in altro comune (che è esattamente il caso di cui non avevamo notizia); d) può accadere che un soggetto abbia la residenza nel nostro comune ma abbia altrove il domicilio o viceversa e, pertanto, vi possa essere un iniziale errore di attribuzione della positività a un comune piuttosto che ad un altro.

Insomma le ragioni sono molteplici e tutte riconducibili ad una situazione di vera emergenza nazionale nella quale, pertanto, anche se sarebbe auspicabile, non ci si può ragionevolmente aspettarsi che dai dati fornitici dalle amministrazioni a ciò deputate non possa esserci qualche piccola incongruenza.
Oltre tutto da quello che apprendiamo, già da qualche giorno, stanno aumentando i tamponi effettuati in Campania e, pertanto, in una situazione già difficile come quella che stiamo vivendo non possiamo permetterci di turbare ulteriormente la nostra serenità in attesa del risultato di ogni singolo tampone.

E’ doverso sottolineare che per tutelare la salute della nostra gente non nascondo nessuna informazione importante ma per garantire serenità ai nostri concittadini ho il dovere di informare il paese solo in presenza di notizie certe.
Anche se la situazione carinarese è sotto controllo, stante la perduranza dell’emergenza nazionale, invito ancora una volta tutti i cittadini ad osservare tutte le disposizioni nazionali, regionali e locali.