Posted on

Carinaro – Stefano Masi in una nota inviata alla nostra redazione dichiara: “È trascorso appena un anno da quando ci ha lasciato il prof. Bruno Lamberti  – oggi infatti ne ricorre il primo anniversario – e sembra che già l’amministrazione locale abbia dimenticato questa storica figura culturale aversana, simpaticamente diventata  “figlio adottivo” della  nostra comunità, per il suo riconosciuto impegno e per i suoi  meriti sul piano civile e culturale di Carinaro.

Presidente dell’Associazione culturale “Carinaro Attiva” e Direttore artistico della Festa della Tammorra, il caro Bruno aveva concorso a  proiettare  il nome di Carinaro oltre i confini regionali.

Il prof. Bruno Lamberti era diventato il vero pioniere della riscoperta dei valori delle nostre radici e della nostra cultura popolare, insomma il rappresentante significativamente più autorevole sul piano culturale della nostra cittadina.

Ebbene, nel primo anniversario della Sua morte, il Comune di Carinaro e l’Amministrazione comunale che lo governa, e nelle cui mani è affidata lo sviluppo e la promozione dei valori culturali, non ha sentito neppure il dovere di ricordare, almeno con un manifesto o con un comunicato pubblico, l’evento, la figura e la sua feconda azione culturale al servizio del nostro paese, dimostrata in tante occasioni ed appuntamenti culturali della nostra Città !

L’anno scorso manifestai pubblicamente il mio desiderio che le amministrazioni di Carinaro e Aversa potessero, nella memoria di Bruno, rinsaldare il gemellaggio che le lega e onorare la sua memoria in maniera adeguata.

Questo colpevole silenzio dei nostri amministratori che,  nessuno lo dimentichi,  promettevano la rinascita ed il  risveglio anche culturale del nostro paese, è una ferita che dovrà al più presto essere rimarginata.”