Posted on

Casal di Principe – “Posso annunciare, con soddisfazione, che il governo ha accolto come raccomandazione il mio ordine del giorno sui casi particolari di utilizzo per prevalenti interessi pubblici degli immobili acquisiti per demolizione dai comuni, ai sensi del D.P.R. 380/2001.

La mia richiesta nasce anche dalla fitta interlocuzione con il Sindaco di Casal di Principe Renato Natale, il quale aveva segnalato in maniera chiara il grave problema urbanistico del proprio territorio, dove il comune dovrebbe abbattere circa 1300 unità abitative abusive senza averne la minima capacità economica e nella totale assenza, per la gran parte dei casi, di ulteriori sistemazioni per gli inquilini.

Si tratta, come il sindaco ha avuto modo di spiegare, di abitazioni sorte anche in ragione della totale assenza di pianificazioni urbanistiche nel passato, che – per la maggior parte – non si trovano in zone a rischio ambientale, idrogeologico o paesaggistico.

Abbiamo affrontato questo tema anche con la Sottosegretaria Macina la scorsa settimana, la quale ha compreso perfettamente il livello di criticità che interessa molti comuni ad alta tensione abitativa, che negli anni non hanno avuto piani regolatori, né una politica capace di controllare ed impedire gli abusi edilizi. Con la raccomandazione accolta dal governo, c’è un impegno a prevedere una integrazione dei “prevalenti interessi pubblici”, che consentano di non abbattere immobili che, acquisiti al patrimonio comunale, possano essere destinati anche ad alloggi per l’edilizia residenziale sociale, mediante l’assegnazione a nuclei familiari residenti nel territorio comunale, privi di ogni altra abitazione.” Agostino Santillo, vicepresidente del Gruppo M5S al Senato della Repubblica.