Posted on

Campania – Ricco di degustazioni e curiosità il programma di Eruzioni del Gusto da domani “in cartellone” al Museo Ferroviario di Pietrarasa a Portici.

Fra convegni, degustazioni e presentazioni di prodotti innovativi ci sarà davvero da divertirsi. Fra le novità che saranno presentate nel corso dell’evento spicca sicuramente il matrimonio di sapori fra i grani antichi macinati a pietra e la Colatura di Alici di Cetara Dop. 

Ci ha pensato il maestro panificatore Giuseppe Petrella che da tempo realizza prodotti utilizzando una materia prima davvero particolare:

 “Presenteremo un grissino davvero speciale. Per realizzarlo abbiamo utilizzato una varietà particolare di farina. L’impasto è realizzato con quella ottenuta dal grano tenero antico macinato a pietra della varietà Gentil Rosso. Nell’impasto abbiamo poi  aggiunto la Colatura di alici di Cetara Dop in emulsione con l’olio evo. Venitelo a provare” conclude Petrella.

E proprio al liquido ambrato della costiera amalfitana è dedicato un panel test d’assaggio inserito nell’ambito del programma di Eruzioni del Gusto. L’appuntamento è fissato per le ore 13 di domenica 19 settembre 2021 nel  Padiglione locomotive a vapore. Presenzieranno al panel test Lucia Di Mauro presidente Associazione per la valorizzazione della Colatura di Alici di Cetara e il professore Vincenzo Peretti docente del Dipartimento di Medicina Veterinaria e Produzioni Animali Università di Napoli Federico II.

La giornata di lunedì comincia alle 10 con il corso di formazione professionale rivolto ai giornalisti della Campania e intitolato Turismo Economia e Informazione nella deontologia del giornalista. 

A seguire alle ore 11,30  nel Padiglione locomotive a vapore  si rinnova il simpatico appuntamento con il Consorzio di Tutela del Provolone del Monaco Dop. I casari eseguiranno la filatura dal vivo del prodotto in modo da creare il formaggio principe dei Monti Lattari e della Penisola Sorrentina davanti agli occhi di quanti arriveranno a Pietrarsa per assistere all’evento. Presente anche il presidente del Consorzio di Tutela Provolone del Monaco Dop Giosuè De Simone.