Posted on

Trentola Ducenta – L’Amministrazione comunale di Trentola Ducenta ha aderito al progetto “Insieme per l’8 marzo” promosso dalla Consigliera di Parità della Provincia di Caserta, dottoressa Rosaria Calabrese, e dedicato alla Giornata internazionale della donna.

Su iniziativa dell’assessorato alle Politiche sociali, retto da Giovanna Mazzitelli, e di concerto con il consigliere delegato alle Pari Opportunità, Maria Domenica di Maio, il comune di Trentola Ducenta ha provveduto a piantare un albero di leccio nella piazza antistante la Casa comunale. La sensibilità del sindaco Michele Apicella ha, poi, determinato la piantumazione anche di alcuni arbusti di mimosa e l’abbellimento delle piccole aiuole con fiori colorati. Un 8 marzo speciale, dunque, diretto a celebrare “la forza delle donne”.

Ed è per questo che è stato scelto il leccio, un albero simbolo appunto di forza, di tenacia, di grande resistenza. Il leccio, infatti,  appartiene alla famiglia delle querce ma è sempreverde, ha una resistenza non comune, e attecchisce a quasi tutte le altitudini. “Oggi 8 marzo – ha dichiarato il sindaco Michele Apicella –  si celebra la festa delle donne, una ricorrenza che per alcuni cade nell’ovvietà e per la quale non ci sarebbe bisogno di festeggiamenti. A mio giudizio, invece, si tratta di una giornata che DEVE essere ricordata, perché devono essere ricordati i sacrifici e le lotte che molte donne del passato hanno condotto per fare in modo che venissero riconosciuti loro tanti i diritti che oggi diamo per scontato, che venissero garantite loro tante opportunità e possibilità che un sistema costituito sul retaggio di una società patriarcale non garantiva e purtroppo, ancora oggi, spesso, non garantisce.

Questa amministrazione ha sempre posto la necessità di portare avanti una battaglia per le pari opportunità, come uno dei punti cardine del suo programma. Ed è per questo che abbiamo prontamente aderito al progetto della Provincia di Caserta ed abbiamo provveduto a piantare un albero di leccio attorniato da tanti fiorellini colorati in segno del rispetto che meritano tutte le donne e quale speranza che non si verifichino più atti di violenza nei loro confronti”.