Posted on

Napoli – “Un eurodeputato indagato per voto di scambio politico-mafioso, i presunti rapporti con apparati criminali ancora tutti da chiarire del sottosegretario Durigon, l’inchiesta sul clan Partenio di Avellino con il coinvolgimento dell’allora segretario provinciale leghista, il suo ex consulente per l’Energia accusato di mafia e autoriciclaggio, un intero sistema di corruzione elettorale messo in piedi nel comune di Legnano.

Con circa 70 indagati e imputati nel suo partito, Salvini viene a Napoli a parlare di ripristino alla legalità e di lotta alla criminalità. Facessi pulizia tra le sue fila, prima di ergersi a paladino di una città che ha sistematicamente ricoperto di insulti ed epiteti anche volgari”. Lo dichiara il deputato del Movimento 5 Stelle e responsabile in Campania per i rapporti interni Luigi Iovino.