Posted on

Campania – “Il progetto del nuovo Lungomare di Napoli è l’ultimo sonoro schiaffo a Napoli e ai napoletani assestato da De Magistris prima del suo definitivo addio. Con 13 milioni e mezzo di euro di fondi Poc (Programma Operativo Nazionale “Città Metropolitane”) saranno modificati radicalmente, a partire dai materiali utilizzati, l’originalità e l’identità storica del litorale partenopeo. Fondi che saranno concentrati su poche decine di metri quadrati, ma che invece avrebbero dovuto essere investiti sull’intera città, per il miglioramento della mobilità sostenibile, potenziando dunque i trasporti, e per il recupero fisico, sociale ed economico del territorio urbano, dando priorità ai rioni degradati”. Lo denuncia la consigliera regionale del Movimento 5 Stelle Maria Muscarà.

“Ancora una volta – sottolinea Muscarà – si è preferito concentrare le attenzioni sull’unico “trancio” di città su cui da sempre sono fossilizzate le uniche attenzioni dell’amministrazione De Magistris, dimenticando che Napoli è anche Scampia, Pianura e tutte le periferie cittadine che non sono mai state oggetto di interesse di questa giunta fantasma”.