Posted on

Napoli – “Siamo entusiasti che un punto di eccellenza della ricerca internazionale come la stazione zoologica Anton Dohrn riapra al pubblico con un nuovo acquario.

È farsesco però che l’inaugurazione di un progetto di crescita per la città diventi, con la presenza del loro candidato sindaco, passerella elettorale e teatro di siparietti per i protagonisti del patto Pd -M5s. In una zona dove il lungomare più che liberato è intrappolato nella negligenza di dieci anni di amministrazione arancione, che senza un bando ha svenduto ai privati anche la villa comunale, un centro di prestigio come la Dohrn rischia di diventare una cattedrale nel deserto. Napoli oggi è una città immobile.

Per il suo rilancio serve un piano che utilizzi la risorsa mare come attrattore per il turismo con una rete di servizi. I napoletani hanno il diritto di godere in maniera sostenibile di un pezzo di città da troppo tempo negato. Dopo trent’anni di malgoverno è finalmente ora di voltare pagina. Noi del centrodestra vogliamo farlo con proposte chiare e definite e con investimenti mirati”. Lo dichiara Severino Nappi, consigliere regionale e coordinatore della Lega a Napoli.