Quarto, Rosa Capuozzo: “I nostri figli aspettano ancora le giostrine in villa comunale”

Quarto – In una nota inviata alla nostra redazione, Rosa Capuozzo dichiara: “La villa comunale è ancora abbandonata a sé stessa, sta diventando sempre più ritrovo serale e notturno di quei pochi ragazzini, che al buio e senza controlli, fanno quello che gli pare.

 

È alle porte l’inverno, e anche il desiderio di passare le ultime giornate di svago all’aperto, nell’unico spazio al verde, con i nostri figli, è svanito. Con una delibera del gennaio 2017 l’amministrazione Capuozzo decretava l’acquisto delle giostrine in villa.

Con un post su facebook il già sindaco, l’avvocato Rosa Capuozzo mostrava le foto di quello che sarebbe stato installato nell’area dedicata ai giochi. Giostrine inclusive che avrebbero permesso ai nostri figli di vivere all’aria aperta, lontano dagli smartphone e dai giochi virtuali.

Niente di tutto ciò. Ancora una volta ci ritroviamo a chiedere al sindaco Sabino che fine abbiano fatto questi giochi, quando avranno intenzione di tirarli fuori dal deposito per installarli? Anche questa volta è colpa del passato?

Forse ancora una volta si sta tutelando l’interesse di qualche privato che ne è in dotazione e che ne sta facendo un business? Sindaco questa volta ci facciamo portavoce dei nostri figli, almeno a loro potrebbe mostrare un minimo di rispetto?

Li risponda!”.