Contrasto TV

                       
   

“Teano Jazz Festival”: Venerdì 20 ottobre il concerto Sally Cangiano solo project

 

Teano – Venerdì 20 ottobre all’insegna della musica afroamericana per la ventiquattresima ediz­ione di “Teano jazz”, uno dei festival più importa­nti della Campania, che dopo un anno di stop ha ripreso il suo percorso  con una pr­oposta nuova e intri­gante.

Sul palco della Chiesa di San Pietro in Aqua­riis dalle ore 20,30 ci sarà – in collab­orazione con l’assoc­iazione “Mille Scopi + 1” il concerto di Sally Cangiano impegnato nel suo “Solo project”.

Sally Cangiano nasce nel 1973 a Piedimonte Matese. A 10 riceve in dono una chitarra e inizia a imparare dal padre che gestisce una radio privata, circostanza che permette a Sally di accedere a una nutrita collezione di vinili. La sua curiosità per la musica lo porta ad ascoltare artisti di tutti i tipi, da Raffaella Carrà a John Coltrane e Pat Metheny, uno dei suoi più importanti punti di riferimento.

A 18 anni, si trasferisce a Roma, dove suona con alcuni tra i migliori musicisti della scena jazz capitolina. Dopo aver suonato nel Blue Mood Quartet, si sposta a Bologna per suonare al mitico “Cantina Bentivoglio”. E’ il musicista più giovane a calcare quel palco.

A 24 anni, partecipa all’Eddie Lang Jazz Festival e raggiunge la finale. Un anno dopo decide di dare una svolta alla sua vita e si trasferisce a Bologna per studiare musicoterapia. Questa disciplina lo aiuta a comprendere alcuni parametri musicali che creano emozione: per lui, la musica serve, infatti, a comunicare emozioni e non si riduce a una dimostrazione di abilità tecnica.

Tornato a casa, oltre alla sua attività di musicista che lo porta a collaborare con esponenti di riferimento del panorama jazzistico nazionale (uno su tutti: Ernesto Vitolo), lavora in un centro per l’obesità, fonda “Musica Mente”, associazione di musicoterapia che aiuta i bambini socialmente svantaggiati.

La sua straordinaria qualità lo porta a diventare endorser di importanti marchi quali la DvMark, che produce amplificatori per chitarra e basso, e la D’Orazio, che produce corde.

Protagonista di molte formazioni, a Teano sarà col suo “Solo Project”, lavoro nel quale Sally, aiutandosi con loop station, pedali e “aggeggi” vari, rivisita da solo grandi classici d’autore italiani e stranieri, da Pino Daniele a Sting a Paolo Conte.

Un concerto imperdibile.

Questi gli altri app­untamenti in calenda­rio per Teano Jazz Festival:

Giovedì 7 Dicembre
Ore 20.30 –Chiesa di San Pietro in Aquar­iis
Emilio Silva Bedmar Organ Trio

Venerdì 8 Dicembre
Ore 20.30 – Chiesa di San Pietro in Aqua­riis
MC3 – Marco Colonna Trio

Sabato 9 Dicembre 
Ore 20.30 – Chiesa di San Pietro in Aqua­riis
Daniele Cordisco Trio special guest Ronn­ie Cuber

Domenica 10 Dicembre
Ore 20.30 – Chiesa di San Pietro in Aqua­riis
Pasquale Innarella Quartet- Migrantes

Giovedì 21 Dicembre 
Ore 21 –Chiesa di Santa Maria La Nova
Gruppo gospel
Tammy McCann & The Voices of Glory
Tribute to Mahalia Jakson

Articoli correlati