Posted on

Torre del Greco – “A Torre del Greco la presenza di una grande tradizione manifatturiera come la produzione cantieristica navale avrebbe fatto presagire una naturale evoluzione della zona portuale. Così non è stato. Nemmeno sul fronte di un adeguato sviluppo di un turismo da diporto. Ho scelto di candidarmi al Consiglio regionale della Campania con l’obiettivo di portare avanti iniziative e progetti, tra cui il rilancio del ‘Porto Corallo’, che considerò una opportunità non solo per il territorio ma per l’intera regione”.

Lo afferma Clelia Gorga, candidata alle elezioni del 20 e 21 settembre con la lista Campania Libera che sostiene la riconferma a Palazzo Santa Lucia di Vincenzo De Luca. “Il rilancio – continua Gorga – deve necessariamente partire da un connubio che associ la ripresa della cantieristica navale, con investimenti anche nella formazione di manodopera qualificata, e lo sviluppo del turismo da diporto attraverso una struttura che sia in grado di fornire adeguati servizi. Ciò non può prescindere da un’adeguata rivisitazione dell’intera opera portuale, per garantire spazi vitali ai cantieri navali, in modo da rispondere alle diverse esigenze di mercato anche di imbarcazioni di importanti dimensioni, realizzando una infrastruttura che incastonata nel contesto urbano diventi essa stessa un’attrazione turistica per il territorio. Per la nautica da diporto nelle sue molteplici attività, sportive, agonistiche, ricreative, è necessario – prosegue – incentivare l’ampliamento dei posti barca – le strutture esistenti sono poche e la scarsa concorrenza fa lievitare le tariffe allontanando i diportisti, con ricadute sulla cantieristica – invogliando i privati, anche attraverso agevolazioni fiscali, a far confluire i necessari investimenti nel settore”.