Posted on

Campania – È stata un successo la seconda edizione di AperiPixxa, la festa organizzata ieri, giovedì, in uno dei cortili del Complesso Monumentale del Belvedere di San Leucio in occasione del lancio ufficiale dell’app “La Mia Campania”. Da ieri scaricabile gratuitamente dall’App store e Play store, l’innovativa applicazione per telefonini realizzata da Pixxa, ha l’ambizioso obiettivo di promuovere e incentivare il turismo di prossimità, autoctono. Non solo eventi di natura musicale e artistica, ma anche attività di interesse culturale, storico, paesaggistico. Un vero e proprio viaggio alla scoperta della propria terra, delle bellezze storiche, architettoniche e paesaggistiche, che ancora oggi in tanti neppure conoscono.

«Abbiamo voluto realizzare La Mia Campania – ha spiegato Mariella Ferrara, CEO dell’azienda – perché abbiamo avvertito l’esigenza di promuovere le bellezze della nostra terra. Un’esigenza che è stata anche documentata con una indagine realizzata in Campania da cui è emerso il dato allarmante per cui sono tantissimi coloro i quali scelgono mete estere pur non avendo mai visitato le realtà del territorio in cui vivono. Il nostro obiettivo è proprio quello di far sì che soprattutto oggi, in cui stiamo uscendo da un periodo di forte crisi e ci apprestiamo ad una fase di ripartenza e di rilancio di tutti i settori, sempre più persone possano visitare, conoscere ed apprezzare le opportunità della terra in cui vivono».

Proprio nei giorni scorsi, la startup ha promosso un’indagine online, somministrando tantissimi questionari, che ha consentito di evidenziare come se da un lato vi è una diffusa conoscenza di luoghi simbolo come la Reggia di Caserta, il Parco archeologico di Pompei o il Vesuvio, lo stesso non si può dire per luoghi come la Torre dell’orologio, il Castello di Arechi o Napoli sotterranea. Luoghi affascinanti, meta di turisti da ogni parte del mondo, ma sconosciuti ai più in Campania. Altro dato che emerge dalla ricerca condotta su un campione eterogeneo di persone composto da 1338 soggetti, in larga maggioranza giovani residenti in Campania, è che il 37,3% degli intervistati preferisce per una serata estiva andare in una sagra nei dintorni e il 48,4% una cena al ristorante o in pizzeria. Solo il 7,7% sceglie la serata in discoteca. Molti, poi, coloro i quali hanno visitato luoghi all’estero e che, poi, magari non conoscono le bellezze che offre la regione in cui vivono abitualmente. Sul perché di questo andamento anomalo, la risposta è da ricercare nei costi troppo alti (risposto dal 46,5%) e nella carenza di infrastrutture adeguate e trasporti (per il 40,1% degli intervistati).

All’evento hanno partecipato, offrendo il proprio contributo sul palco, l’assessore alla Ricerca, Innovazione e Startup della Regione Campania Valeria Fascione, il direttore dell’Apple Academy Giorgio Ventre e il sindaco di Caserta Carlo Marino. Tutti gli intervenuti hanno lodato l’iniziativa, ponendo l’accento proprio sull’idea di contribuire al rilancio del comparto turistico, forse uno dei settori più colpiti dalle restrizioni varate per contrastare l’avanzata del covid19 in Italia.

L’evento è stato presentato da Andrea Rossi, noto influencer molto amato dai giovani, ideatore del progetto “ALICI COME PRIMA”.

Presente anche l’artista Vincenzo Sarnelli, molto meglio conosciuto con il nome del suo personaggio Tony Tammaro, testimonial dell’APP come ambasciatore ed estimatore delle bellezze della Campania, visto che ha cantato in tutti i suoi 550 Comuni nei suoi 30 anni di Carriera, il quale ha svelato inediti retroscena di alcuni dei suoi brani più apprezzati e ascoltati dal pubblico.

Nota informativa:

PIXXA è una startup innovativa ad alto valore tecnologico, con sede a Caserta, che realizza soluzioni digitali, con particolare focus in ambito culturale-turistico. (www.pixxa.it)

Operativa dall’inizio del 2020 è stata finanziata dalla Regione Campania per la creazione dell’app LA MIA CAMPANIA, con finalità di promozione del turismo di prossimità regionale, offrendo informazioni, servizi turistici, guide e programmazione di eventi, con particolare focus per gli insider, ovvero i campani.

CEO & Founder dell’azienda è Mariella Ferrara, che ha fondato la sua startup due anni fa, a 28 anni, dopo una laurea di informatica all’Università di Salerno e dopo diversi anni di esperienza lavorativa come sviluppatrice software al lavoro su grandi progetti turistici.

Una squadra prevalentemente al femminile per la PIXXA, startup innovativa ad alto valore tecnologico made in Caserta il cui nome nasce dall’incontro del “pixel”, atomo del mondo digitale, con la “pizza”, simbolo di un intero territorio. Anche il logo rappresenta un mix tra quella che potrebbe sembrare una fetta di pizza e la punta di una matita, simbolo di creatività e design.

Il progetto vanta diverse collaborazioni: Assessorato al turismo della Regione Campania, Assessorato all’innovazione della Regione Campania, Assessorato al lavoro della Regione Campania, Università Federico II di Napoli, Apple Academy, la Confesercenti e non per ultimo il Comune di Caserta.

Tutor del piano di lavoro è il Prof. Giorgio Ventre, Direttore del Dipartimento di ingegneria ed informatica dell’Università Federico II di Napoli, nonché Direttore dell’Apple Academy.

Nella cornice del complesso Monumentale del Belvedere di San Leucio, il giorno giovedì 1 luglio 2021 (dalle ore 19 alle ore 23:00) si è svolto Aperipixxa.