Posted on

Campania – “La disponibilità del sindaco Marino ad accogliere a Caserta i profughi afgani è una posizione molto bella da raccontare, ma che non fa i conti con la realtà. Siamo davanti a una tragedia immane, frutto di quel pacifismo di maniera che ha sempre spinto per il disimpegno militare e che oggi condanna milioni di persone e soprattutto di donne a una vita d’inferno.

L’Italia non può farsi carico da sola di un problema così grande, ma ci vuole il coinvolgimento di tutta l’Europa, esattamente come una sinistra meno propagandista ha sempre chiesto col superamento del Trattato di Lisbona, che ha condannato l’Italia a gestire da sola centinaia di migliaia di migranti nell’indifferenza dell’intero continente. È invece giusto e necessario che il nostro Paese aiuti e protegga tutti quegli afgani che in questi anni hanno collaborato coi nostri militari. Ma se non vogliamo che la tragedia si tramuti in una bomba sociale, se davvero vogliamo aiutare queste persone, non ci vogliono le belle parole. Ci vuole la politica. Ho fiducia che il Presidente Draghi saprà interpretarla nel modo più giusto e corretto”. Così su facebook il candidato sindaco del centrodestra a Caserta, Gianpiero Zinzi, denuncia l’uso strumentale di Anci Campania per uso elettorale e replica alla proposta avanzata dal sindaco Marino.