Posted on

Aversa – Il Centro Studi Normanni anche durante questo periodo di “crisi” si organizza per migliorare la propria offerta culturale, l’istituto di documentazione e ricerca storico-scientifica di Aversa ha attivato al proprio interno due nuovi uffici: Studi Cumano-Liternini ed Archivio e Editoria.

Nell’ultima riunione del consiglio direttivo è stata approvata la proposta del Comitato Scientifico di dare maggiore impulso alla documentazione ed alla ricerca sul territorio giuglianese, cumano e liternino, che in questi mesi è stato riccamente trattato nelle rubriche “Giugliano Storia Patria”, a cura di Arturo D’Alterio, e “I confini di Liternum”, a cura di Giuseppe Miraglia. In questa prima fase assumerà l’interim dell’Ufficio Studi Cumano-Liternini la dott.ssa Anna Abate, che è anche Vicepresidente del Centro Studi Normanni.

Mentre, per il Servizio Archivio e Editoria, sarà l’avv. Pasquale Fedele a coordinare il lavoro di documentazione grazie anche al contributo delle rubriche “Fotografare l’Architettura”, a cura di Mariano De Angelis con i testi di Angelo Cirillo, e “Divini Devoti”, sulle confraternite di Aversa, curata da Angelo Picone con il supporto di Angelo Cirillo.

Per riprende i lavori del Centro è stato prezioso in questi primi mesi del 2020 il sostegno di: FenImprese Caserta, Consulta della Pastorale Universitaria, Officina Morano OdV, La Voce di Parete. La sinergia e la collaborazione con associazioni e studiosi ha così consento al Centro Studi Normanni di far crescere la propria offerta culturale.

Restiamo aperti a nuovi studi e spunti di ricerca … la Storia continua!