Posted on

Campania – “La salute di ogni singolo individuo non può essere barattata con ragioni di profitto. Ovunque è in atto una campagna vaccinale di massa che non ha precedenti nella storia dell’uomo, eppure i vaccini, nonostante enormi finanziamenti pubblici, sono brevettati da società private che ne traggono enormi vantaggi economici, tenendo per sé i diritti di produzione.

Alla luce delle varianti al virus che stanno emergendo in alcune aree del mondo, tutti gli Stati devono invece poter avere la possibilità di autoprodurre il vaccino, così da farsi trovare pronti anche di fronte a una eventuale nuova epidemia. Ora è il momento di liberalizzare la produzione di vaccini e dare libero accesso ai brevetti, in linea con quanto già annunciato dal presidente Usa Biden”.

Lo dichiara la vicepresidente del Consiglio regionale della Campania e capogruppo regionale M5S Valeria Ciarambino, che ha presentato una mozione perché la Regione Campania “promuova con il Governo e la Conferenza delle Regioni iniziative per sospendere brevetti sui vaccini anti Covid, così da condividerne conoscenze e tecniche di produzione, a garanzia del diritto alla salute in tutto il mondo. È importante prendere posizione. La Regione Campania sia la prima regione d’Italia a sposare la battaglia affinché la vita umana abbia la meglio sul profitto”.