Posted on

Napoli – “A Napoli qualcuno si ricorderà del consigliere aggiunto – deputato a rappresentare gli extracomunitari in Consiglio comunale – solo per il fatto che non riuscisse neppure a comprendere e ad esprimersi in italiano.

La figura istituita dalla più tragica amministrazione della storia della città, in oltre tre anni, ha prodotto nulla e ad oggi il consigliere Viraj Prasanna non è stato ancora messo in condizione di lavorare, tanto che non gli è stata messa a disposizione neanche una scrivania che pure gli spettava di diritto! Ora, consapevole del fatto che quando governeremo Napoli  porremo fine a questa pagliacciata, De Magistris, approfittando del silenzio e della calma del periodo estivo, si è affrettato a produrre un decreto con il quale fissa le elezioni del consigliere aggiunto al prossimo 17 ottobre, praticamente nel giorno del probabile ballottaggio per la scelta della nuova fascia tricolore partenopea”. Lo denuncia Severino Nappi, consigliere regionale della Lega e coordinatore della lista Prima Napoli che sostiene la candidatura a sindaco di Catello Maresca.