Posted on

Primo Piano – “La lotta alle mafie da parte del MoVimento 5 Stelle non ha mai subito interruzioni e lo testimonia il mio emendamento accolto oggi in Commissione Finanze, che toglie ossigeno alle attività vicine alla criminalità organizzata” lo comunica Andrea Caso, deputato del MoVimento 5 Stelle, membro delle Commissioni Finanze ed Antimafia. 

“Il mio emendamento – aggiunge il parlamentare pentastellato -introduce nuove tipologie di imprese che possono essere iscritte nelle white list delle Prefetture, rendendo ancora più efficace l’azione di contrasto alle mafie e limitando il loro raggio d’azione”.  

Una volta licenziato dall’Aula il Dl Liquidità stabilirà dunque che dovranno essere iscritte nell’elenco anche le aziende che si occupano di servizi funerari e cimiteriali, di ristorazione, gestione mense e catering, prima escluse. Si estendono inoltre le tipologie di imprese che lavorano nel settore ambientale. Tutte queste imprese, per lavorare con la PA, dovranno possedere la certificazione antimafia regolare e, soprattutto, qualora colpite da interdittiva antimafia o da informativa negativa, la P.A. potrà intervenire più velocemente per sospendere i contratti in essere.

“Continua l’azione di contrasto alle Mafie da parte del M5S” conclude Caso, che ha portato la propria esperienza in Antimafia nella VI Commissione Permanente (Finanze).