Posted on

Campania – “È indignitosa la posizione sul Sud espressa oggi da Giuseppe Conte. Dire che il dialogo con le imprese è destinato al Nord del Paese significa mostrare in concreto di che pasta è fatto, al di là della retorica, il partito che guida.

Per il Sud c’è il reddito di cittadinanza, peraltro spesso deviato verso criminali e disonesti, dalle regole introdotte dal suo sodale Di Maio. Invece al Nord, secondo costui, vanno dedicate  le politiche di sostegno alle imprese e al ceto professionale. È una politica indecente che desta maggiore disappunto perché proviene da una persona del Meridione e da un partito che si proclama attento alle ragioni del Mezzogiorno. Com’è vero che la carta d’identità non fa l’uomo politico”. Lo afferma Severino Nappi, consigliere regionale della Lega e coordinatore della lista Prima Napoli.