Posted on

Mondragone – Nell’ ultima settimana il comune ha visto salire, sfortunatamente i “nominati a contagio “ Tali casi si sono diffusi nei noti palazzi ex Cirio dove risiedono per lo più persone di etnia Rom.

Pertanto visto la gravità della situazione, il sindaco Virgilio Pacifico su ordinanza regionale, ha predisposto la chiusura della zona, invitando tutti i residenti a restare nelle proprie abitazioni in regime di quarantena. Per un’ operazione straordinaria di controllo a vigilare h24 l’ area Cirio, sono presente le forze dell’ordine, l’esercito e da poco ci hanno comunicato che anche la protezione civile dei paesi limitrofi daranno un supporto a quella locale.

In merito a questa situazione abbiamo intervistato il coordinatore Aldo Santamaria, il quale ha dichiarato: ” Stiamo vivendo un periodo molto difficile, di grande emergenza sanitaria.

Siamo a lavoro su molti fronti. Purtroppo dobbiamo scendere nuovamente in campo a causa di questo covid-19 che ahimé non è stato del tutto debellato. In virtù di questa emergenza ho ritenuto opportuno farci supportare dal gruppo dei volontari di protezione civile dei paesi limitrofi che gentilmente e con grande spirito di volontariato, hanno accettato di supportarci in questo momento così difficile”.

Inoltre, Santamaria ha aggiunto: ” Ringrazio vivamente Bernardino Iorio ( responsabile regionale); il coordinatore di Castel volturno, Mario la Rovere; coordinatore di Crllole, Lucio Oliva; Angelo Sammarco ( cancello ed arnone ) Luigi Gaudiano ( santa maria la fossa ) Antonio Fiorentini ( Francolise ) Giuseppe Piccolo, coordinatore vesuvius

Ringrazio inoltre tutti i volontari delle varie associazioni presenti sul territorio che in questi giorni lavorano e lavoreranno senza sosta fino al termine di questa emergenza sanitaria.”