Posted on

Carinaro – Rachele Barbato in una nota inviata alla nostra redazione dichiara: “A proposito del sarcasmo politico sotteso evidentemente alle affermazioni dell’assessore Serena Marino, circa la mia posizione di complicità con il gruppo di minoranza , è necessario quanto opportuno fare delle precisazioni.

Ho fatto parte di questa amministrazione e durante la parte iniziale del mandato, operavo con grande entusiasmo che è andato a scemare fin quando mi sono accorta chi erano i compagni di questo viaggio politico e delle difficoltà che incontravo nell’espletare il mio ruolo.

Avevo piena fiducia dei componenti di questa amministrazione, ma dopo fatti accaduti, noti a tutti, è venuta mancata per la maggior parte di essi. Le problematiche di Carinaro erano della squadra ed ognuno operava nelle proprie deleghe di competenza , ragion per cui, per rispetto, non sono mai stata invadente. In questa occasione voglio liberare la mente di quelli che pensano che oggi faccio parte del gruppo di opposizione.

Ho partecipato all’interrogazione perché ero in possesso dei video e non potevo tacere rendendomi complice. Con l’opposizione c’è stato uno scambio di idee e considerazioni sull’operato di questa amministrazione, ma nient’altro. Sono indipendente e resterò tale, ma oggi più di ieri devo osservare questa amministrazione e che essa faccia il bene di Carinaro e qualora ciò avvenga, sarò la prima a farle un plauso. La mia “indipendenza” politica, al di là di qualsiasi connotazione politica o di fazioni, esprime pienamente, soprattutto, la mia libertà ed “indipendenza” intellettuale.”