Posted on

Campania – Il leader della Lega, Matteo Salvini, insieme a Rosa Capuozzo, sua candidata in Campania,è stato in visita al carcere di Secondigliano e durante l’incontro a porte chiuse non ha usato mezzi termini: “I garanti dei detenuti hanno rotto le palle” – in riferimento alle tante richieste dei familiari e degli stessi condannati.

I rappresentanti sindacali e i tanti dipendenti presenti hanno accolto l’ex ministro raccontando le difficoltà di “chi lavora ogni giorno minacciato dai detenuti, senza strumenti di difesa, senza tutele e senza personale”. “Di solito i politici entrano in carcere per vedere se stanno bene i detenuti, io oggi sono a Secondigliano per vedere se stanno bene i poliziotti, che sono servitori dello stato.

Salvini ha poi espresso sostegno ai suoi candidati a Napoli, tra cui l’ex sindaco pentastellato, Rosa Capuozzo. Guidati poi dalla direttrice Giulia Russo e dal Comandante Cicala i due leghisti hanno incontrato la stampa accorsa all’esterno della casa circondariale. Qui Rosa Capuozzo ha ricordato che negli ultimi due anni ci sono stati 17 suicidi tra uomini e donne del comparto penitenziario, schiacciati dalla pressione psicologica che viene imposta dalle condizioni di lavoro: “le guardie penitenziarie hanno bisogno di essere tutelate”.

Sull’impegno del suo ruolo politico regionale la Capuozzo ha ricordato l’obiettivo di: “Completare i lavori lasciati in sospeso dal Presidente De Luca. Il Governatore della Campania ha fatto dimenticare i gravi danni provocati dal non utilizzo dei fondi europei, che sono ancora lì inutilizzati. Le opere pubbliche sono più che ferme e vediamo cantieri bloccati. Paghiamo tanti soldi all’Europa ma se non utilizziamo i fondi destinati alla Campania questa Europa non ha senso di esistere.”

Su De Luca è intervenuto anche Matteo Salvini che ha detto: “Il 20 e il 21 Napoli e la Campania possono scegliere il cambiamento. Se qualcuno è contento di come è amministrata Napoli e la Campania oggi può continuare a votare De Luca, il PD, de Magistris, i soliti. Negli ultimi anni son dovuti andar via dalla Campania per farsi curare, operare a loro spese 50.000 cittadini napoletani e campani. Quindi mentre De Luca fa lo show impone ai suoi concittadini di andare altrove per farsi curare. Chiedo ai campani due giornate di orgoglio, quindi in bocca al lupo e buone elezioni a tutti!”