Posted on

TEVEROLA – Anche in un anno particolarissimo come il 2020 nulla ha fermato la poesia. E nulla ha fermato la macchina organizzativa del Premio Internazionale di Poesia “I versi non scritti…” ® che, ha portato a termine anche questa difficile edizione.

Un premio oramai maturo che, quest’anno, giunge alla sua quarta edizione e che ha fatto molto parlare di sé, nelle passate edizioni, sia per la notevole adesione (oltre 700 poeti da ogni angolo d’Italia), sia per i livelli qualitativamente alti dei partecipanti.

Una delle finalità del premio, infatti, è quella di valorizzare i talenti; un concorso che mira ad avvicinare i giovani alla cultura, a creare una rete tra poeti ed artisti, tra associazioni e cittadinanza. Un “Premio” che travalica i confini locali e nazionali con il chiaro intento di non escludere nessuno dalla partecipazione.

Il Premio Internazionale di Poesia “I versi non scritti”®, lo ricordiamo, è organizzato dall’Organizzazione di Volontariato “Si Teverola” – Teverola e sostenuto moralmente dalla Provincia di Caserta, Istituto Comprensivo “G.Ungaretti” – Teverola, Csv-AssoVoCe – Caserta, e gode della collaborazione esterna delle Associazioni: Migr-Azioni Aps – Teverola e Happy Teverola – Teverola, oltre a diversi partner tecnici.

La Giuria del Premio Internazionale di Poesia “I versi non scritti…” 4a Edizione , composta da: Margherita Fattore (presidente), Tommaso Aprile, Adele Caputo, Caterina Genovesi, Maria Teresa Chechile, Carmela Chiro, Loredana D’Auria, Lorenzo Mele, Agnese Nucci, Elena Nugnes, Luisa Prezioso, Ciro Tranchese, Pasquale Vitale, Anna Mazzara e Giovanna Vitolo, ha infatti concluso l’esame dei testi dei poeti concorrenti quest’anno ed ha assegnato il prestigioso premio.

A trionfare nella Sezione A – POESIA INEDITA ITALIANA è Tiziana Monari con il componimento “Le ragazze di Kobane”, piazza d’onore per Luciano Giovannini con “La morna del gabbiano ferito” e terzo posto per Massimo Tagino con “Non provo rancore”.

Al primo classificato Trofeo “I versi non scritti…”®, diploma di merito, nota critica con studio analitico delle Poesie da parte della Giuria, pubblicazione, a cura dell’Organizzazione, edita da Edizioni Migr-Azioni di Teverola, di una silloge composta da minimo 30 liriche e massimo 60 per una lunghezza di massimo 35 versi ognuna. Si farà omaggio all’autore di 30 copie; al secondo e terzo classificato Targa e diploma di merito.

Per la Sezione B – POESIA IN DIALETTO/LINGUA STRANIERA vince Gabriele Patruno con “Vìrne” al secondo posto Anna Maria Palma MarsilioPour ne pas oublier” e terzo posto per Mario RussoRinto o’ cor“. A loro va la Targa ed il diploma di merito

Nella Sezione C – LIBRO EDITO DI POESIA vittoria per Gloria Venturini, “D’altre dissolvenze” con il secondo posto di Giancarlo SecciBintiseti poesias” e il terzo di Renzo Piccoli con “Cantar de mi amor”. A loro va la Targa ed il diploma di merito

Una delle categorie new entry di quest’anno: la Sezione D – VIDEO-POESIA. Fra i tanti video arrivati alla segreteria del concorso la giuria ha decretato la vittoria di Stefano CarantiLa tela del tempo, atto 2° op.18” ed il secondo posto di Laura Vargiu (Vincitrice uscente del Premio VNS) “Credo a Mahmud Darwish” e Luciano GiovanniniLa Chiglia Sommersa”. A loro va la Targa ed il diploma di merito

La seconda categoria sperimentata dal premio quest’anno è quella della Sezione E – RACCONTO INEDITO ha visto il primo posto di Serena Barsottelli con “Cinque secondi” che ha avuto la meglio su Giuseppina AtzoriIl fiore nel fango” e terza posizione per Gino Del Sonno con il racconto “Dolci notti d’Estate”. A loro va la Targa ed il diploma di merito.

La giuria ha inoltre assegnato 15 menzioni speciali ai poeti Giancarlo SecciBintiseti poesias” , Sebastiano Mario Fiori Tessitrice”, Roberto CollariE pur mi giova”, Laura GiorgiGurita Kecil”, Gino Del Sonno16 giugno 1918”, Isabella MargiottaIeri ed oggi”, Antonio SbarraFlans Te Alo”, Angelo GattafoniSpecchio dell’immenso”, Luca VenturiIn quarantena”, Michelangelo La RoccaIl silenzio del Poeta”, Giorgia GoldoniLa mia tiepida tortura”, Paolo Conti “Linfa di vita”, Paolo DelladioResilienza”, Gloria VenturiniUn po’ d’amore”, Vittorio CapuozzoMiei cari nonnini”.

Assegnati, infine, anche i premi speciali previsti dal Bando e a latere del Concorso Internazionale. Il Premio alla Carriera Poetica va a Giancarlo Secci, nato a Nurri, nel Sarcidano, classe 1943; il Premio alla Memoria è assegnato a Raffaella La Crociera la poetessa bambina che commosse l’Italia degli anni ’50: una speciale targa ricordo sarà consegnata alla famiglia La Crociera. Il Premio speciale “I Versi non scritti…” a persone che si siano particolarmente distinte nel mondo del Sociale, della Cultura, della Scienza, dello Spettacolo, della Ricerca, dello Sport, dell’Impegno esistenziale, va a Salvatore Nugnes e Luca Tozzi; il Premio Speciale “F.Baracca”,

miglior opera a tema “Il volo degli uccelli, delle farfalle… dell’uomo.” va a Gino Del Sonno per l’opera “16 giugno 1918”; il Premio speciale “Migr-Azioni: La poesia che include”, miglior opera a tema interculturale, va a Mario Bardetti per l’opera “Adriatica”; il Premio speciale “Happy Teverola”, miglior opera a tema amoroso, va a Guido Burgio per l’opera “Ombra”; il Premio speciale “Teverola 13 settembre 1943”, miglior opera a tema legalità, va a Salvatore Barile per l’opera “Dal fondo di lacrime e rabbia”; il Premio speciale “ 100 Gianni Rodari”, miglior opera a tema fantasy, va a Roberto Collari per l’opera “ E pur mi giova”; il Premio speciale “Felix”,miglior opera a tema cittadinanza attiva, va a Laura Giorgi per l’opera “Gurita Kecil”.

L’appuntamento è al prossimo anno, sperando che l’emergenza sanitaria sia solo un brutto ricordo e che potremo ritrovarci, tutti insieme, in una grande kermesse culturale di più giorni dedicata alla poesia.